fbpx

ESPRESSIVITÀ E MEMORIA A MANTOVA

mm

Andrea Talmelli

Laureato in Giurisprudenza, si è diplomato in pianoforte con Lino Rastelli e in composizione con Azio Corghi al Conservatorio “A.Boito” di Parma dove ha insegnato dal 1975 al 1984. E’ stato direttore della rivista Musica Domani, edita da Ricordi. Dal 1990 è Direttore del Conservatorio di Reggio Emilia. Ha scritto per il teatro: Samarkanda su poesie di Evelina Schatz, Storia di Tawaddud da Le Mille e una notte, Pinocchio un miusicol su testo di Gianfranco Sgrignoli, La strada che non andava in nessun posto, da una favola di Gianni Rodari, e Blu viola, da un racconto di Carlo Lucarelli; per il cinema ha realizzato le colonne sonore di Donna variante di destino e Colombo e Leonardo per la TV di Mosca, e Sisterion ispirato al Giubileo del 2000: per grande e piccola orchestra: Dalla verticale al paesaggio pitagorico delle lontananze, Se questo è un uomo, dal libro di Primo Levi, De insulis inventis, Morirono tirando dadi d’amore nel silenzio, su testi dedicati ai Fratelli Cervi. Numerosa la produzione cameristica spesso ispirata a testi poetici e letterari. Dal 1982 Talmelli collabora con la poetessa di Odessa Evelina Schatz con la quale ha realizzato numerosi progetti compositivi (Tamburi di Sicilia, Diario londinese, Canzone di Ofelia, Ultimo tango, Salomè …) e spettacoli teatrali o multimediali. E’ stato premiato in concorsi nazionali ad Arezzo (1981),Terni (1978 e 2003), Parma (1978) e a Venezia Opera Prima (1981). Le sue opere sono state eseguite nei Paesi della Comunità Europea, in Giappone,Turchia, Libano, India, Russia, Canada, USA, Argentina, Messico e in importanti rassegne di musica contemporanea (Gaudeamus di Amsterdam, Cantiere d’Arte di Montepulciano, Tribuna Compositora di Belgrado, Sotheby’s di Londra, Aspekte di Salisburgo, Spaziomusica di Cagliari, Sonopolis di Venezia, Immaginario Mediterraneo di Siracusa, Festival di Odessa (Ucraina) e di Braila (Romania),ecc. Talmelli ha pubblicato per Curci, Suvini Zerbini, Edipan, Rugginenti, Agenda, L’Oca del Cairo; sue composizioni sono incluse in numerosi CD, anche monografici. Su premesse linguistiche che si rifanno alle esperienze delle avanguardie del dopoguerra, “ la musica di Talmelli – ha scritto Renzo Cresti – possiede una forte carica immaginifica, dalla quale rimbalzano riverberi visionari che illuminano un fantasioso viaggio nel tempo/spazio, percorso realizzato grazie a una fantasia liberata”. Nel 1994 è stato pubblicato un Quaderno monografico per Agenda Editrice (Bologna) comprendente sei composizioni originali e un CD comprendente 9 brani. Una biografia-intervista di Mariagrazia Borazzo è pubblicata in Strumenti e musica, n.7-8,1994. Un profilo compositivo di Renzo Cresti è pubblicato nel 1995 nel volume dedicato a compositori contemporanei italiani da Guido Miano Editore di Milano. Nel 2000 è pubblicata un’autoanalisi con l’incisione del brano L’origine degli uccelli nell’Enciclopedia Italiana dei compositori contemporanei edita dall’editore Pagano (Napoli). Ema-Records ha pubblicato l’intero trittico sul Tango nel 2001. Nel 2002/03 sono pubblicati da Aliamusica Records diversi CD tra cui il monografico Geographiae carmine. Oggi, un’opera di Sua composizione dal titolo: A’terr du Gargan, è stata eseguita dall’Orchestra Giovanile Russa di Strumenti Popolari di Cherepovets, pubblicata dalla Idyllium Edizioni Musicali di Milano in un Cd tutto eseguito dalla stessa orchestra con brani che spaziano da: Lo Schiaccianoci di Tchaikosvky a Moonlight Serenade di G. Miller ed alcune opere tradizionali come kalinka e altre ancora. Nuovo Cd di Andrea Talmelli, prodotto da Sabino Mogavero e Pubblicato dalla Idyllium Music Publishing di Milano. Le 2 opere contenute nel Cd dal titolo: “Viaggi nel Tempo – Spazio”, sono adatte a coreografi e balletti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *