UN CANTIERE APERTO SULLA FORMAZIONE CORALE INFANTILE E GIOVANILE: CORINFESTA

Che la coralità scolastica, delle voci bianche e giovanile italiana necessiti di nuovo e valido repertorio è un dato di fatto, basti dare un’occhiata ai programmi di sala di rassegne e concerti per accorgersene. Da quest’anno AERCO ha cercato di dare una risposta convincente, concentrandosi dapprima sui cori di voci bianche, lanciando il 1° Concorso Internazionale di Composizione per cori di voci bianche Corinfesta. Tale competizione, prende il via dal contesto preesistente dell’omonima rassegna corale nata nel 2015 a Mirandola (MO) all’interno della Fondazione Scuola di Musica C. G. Andreoli, sotto la direzione artistica dei maestri Luca Buzzavi e Gianni Guicciardi e con il sostegno del maestro Mirco Besutti, direttore della scuola. Dal 2017 l’evento è patrocinato da AERCO che vede inserito nella commissione artistica anche un suo designato, il m° Fabio Pecci.

Il regolamento. In questo contesto – dicevamo – prende il via il concorso compositivo, con l’obiettivo principale di catalizzare la creazione di nuovi brani che rispondano sia all’esigenza didattica che a parametri estetici. Per la prima edizione si è pensato di restringere il campo solamente a composizioni a 1 e 2 voci con utilizzo di pianoforte e/o piccole percussioni o body percussion, su testi in italiano o in latino, anche se sono già cantierizzate diverse novità e allargamenti per la seconda edizione, il cui bando uscirà nel 2018.

I premi. Sono previsti un primo premio e alcune segnalazioni e sia il brano vincitore che quelli menzionati dalla giuria vengono pubblicati su FarCoro, mentre solo il miglior piazzamento riceve un premio in denaro (per questa prima edizione, fissato in 500 euro) e l’esecuzione pubblica durante la rassegna Corinfesta mirandolese.

I risultati. Innanzitutto occorre osservare con grande soddisfazione che, nonostante il bando sia rimasto aperto solamente da giugno a metà luglio, sono pervenute 28 composizioni da Italia, Polonia, Gran Bretagna, Svizzera, Stati Uniti e Indonesia. La giuria, formata dai maestri Daniele Venturi (presidente), Manolo Da Rold, Fabio Pecci, Luca Buzzavi e Gianni Guicciardi, ha ritenuto di assegnare i seguenti riconoscimenti:

Primo Premio

            Festive Sanctus di Angelo Bernardelli (Italia)

Menzione speciale per la valenza pedagogico – didattica

            Aria di Maurizio Santoiemma (Italia), testo di Elisa Gastaldon

Menzione speciale per la ricerca timbrico – compositiva

            Sanctus di Anna Rocławska-Musiałczyk (Polonia)

Il compositore vincitore era in prima fila sabato 21 ottobre 2017 a Corinfesta per ascoltare, insieme al numeroso pubblico intervenuto, il proprio brano eseguito dal Coro Aurora di Mirandola esprimendo gratitudine e soddisfazione non solo per l’apprezzabile esecuzione, ma anche per la solidità del progetto. La rassegna, giunta nell’ottobre 2017 alla sesta edizione, si svolge a Mirandola due volte l’anno, la prima in primavera dedicata ai cori scolastici e la seconda in autunno pensata per i cori artistici. Ciò ha permesso di offrire nel tempo un’offerta formativa ai cori e al pubblico molto ampia che ha aperto importanti riflessioni sulla centralità della formazione dei bambini e ragazzi di oggi, anche e soprattutto attraverso il canto corale. Il tutto è avvenuto secondo la formula vincente del confronto tra diverse esperienze, scelte repertoriali, formazioni, creando una rete di contatti, amicizie e scambi che sono andati ben oltre le singole giornate di incontro. I cori che finora hanno calcato il palco di Corinfesta sono stati 16 e molti altri sono nei progetti dei direttori artistici che, insieme a tutti i genitori e collaboratori co-organizzatori del progetto, non vogliono smettere di sognare.

Pubblichiamo di seguito i link ai brani vincitori.

Aria di Maurizio Santoiemma

Festive Sanctus di Angelo Bernardelli

Sanctus  di Anna Rocławska-Musiałczyk

 

mm

Luca Buzzavi

Diplomato al Triennio di Direzione di coro e Composizione corale (110 e lode con menzione d’onore) presso il Conservatorio “L. Campiani” di Mantova, laureato in Fisica (110 e lode) presso l’Università degli studi “Alma Mater Studiorum” di Bologna, ha studiato Chitarra Classica. E’ direttore artistico dell’Accademia Corale “Teleion” (Poggio Rusco – MN) dove segue il coro da camera “Gamma Chorus” e la Schola gregoriana “Matilde di Canossa”, organizza seminari e corsi estivi con illustri docenti sul Canto Gregoriano e la Polifonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *